L’Olivo [modifica]

Non riesco a immaginare il nostro paesaggio senza olivi. Non riesco a immaginare la nostra tavola senza olio.

Per scoprire ed apprezzare i vari aspetti della produzione vado a presentarvi: L’Olivo [modifica] !

L’olivo è un albero secolare, originario del Mediterraneo. Teme il freddo e cresce bene nei terreni sassosi. Il nostro ambiente collinare è davvero favorevole e consente la produzione di olio di ottima qualità.

Cultivar (varietà delle piante – viene dall’inglese cultivated variety)

Sono oltre 70 le cultivar di olivo coltivate in Toscana (quarto posto nell’olivicoltura italiana) alcune dai nomi evocativi: Arancino, Cuoricino, Da cuccare, Gremignolo, Madonna dell’Impruneta, Maremmano, Mignolo, Olivo bufalo, Trillo, Razzo.

Tre sono le cultivar principali che compongono l’olio nostro e di tutta la zona attorno a Firenze: Frantoio, Leccino e Moraiolo. L’insieme di queste piante produce il nostro olio extravergine dall’aroma così tipico.

Frantoio, che noi chiamiamo Frantoiano è un albero originario della Toscana, poi si è diffuso in tutta Italia e poi in quasi tutto il mondo. È coltivato ovunque proprio per la sua grande produzione di olive, ma soprattutto per la riconosciuta qualita’ dell’olio. Un olio pregiato, fine, sapido, aromatico.

L’albero non cresce tanto, e non è troppo folto, i rami lunghi e sottili con le cime cariche di frutti.

Moraiolo detto anche Morellino, Ruzzolino, Corniolo, è molto diffusione in Italia e nel Mediterraneo.

L’impiego del “Moraiolo” e’ legato all’elevata resa in olio delle drupe ed alle particolari capacita’ produttive.

E’ un albero rustico, resistente. La pianta non è tanto grande e nemmeno troppo folta. Le foglie grigio argentee danno ai campi nei giorni di vento un colore freddo e luminoso. Il frutto piccolo, nero, violaceo è una pallina ben attaccata al ramo: sono le più dure da raccogliere. Il suo olio è molto apprezzato anche se ha una resa minore.

Leccino detto anche Silvestrone. Sono gli alberi più grandi che abbiamo: robusti, alti e vigorosi dalla chioma folta. La produzione e’ elevata e costante. Le sue olive sono usate anche come olive “nere” da tavola. Le foglie hanno riflessi gialli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...